La casa che un tempo – Jilie Fogliano

Nel folto bosco c’è una casa
una semplice casa
che un tempo era casa
ma ora non più.

La casa che un tempo è la storia di una casa deserta che si svolge nel profondo dei boschi.
Un bambino ed una bambina passeggiando nel folto del bosco scopronoin cima alla collina una casa, che pende sbilenca. La casa che un tempo non era screpolata così. La casa che un tempo era dipinta di blu.”.
La guardano con curiosità questa casa che “si appoggia“, “una volta dipinta di blu” e “screpolata“.

Stupiti dalla meraviglia di chi una volta avrebbe potuto vivere in questa casa; i bambini decidono di entrare in casa da una vecchia finestra rotta e in mezzo a oggetti abbandonati, azioni lasciate a metà e ricordi orfani provano ad immaginare chi un tempo abitava lì, dove può essere andato, se mai tornerà.
Scoprono una casa che una volta era una casa.

Chi era quel qualcuno
che passava in corridoio
che cucinava in questa cucina
che sonnecchiava su questa sedia?

Mentre i bambini esplorano, trovano fotografie sbiadite sul muro, vecchi mobili e oggetti usati una volta. L’immaginazione dei bambini vola mentre si interrogano sulle persone che una volta vivevano in questa casa.Perché hanno lasciato questa casa che una volta era una casa e dove stavano andando?”, “Sono scappati e non si sono salutati?
Poiché non esiste una risposta giusta o sbagliata, l’autore e l’illustratore portano il lettore in un’avventura con una miriade di possibilità. La famiglia si è persa nei boschi? Sono a Parigi a dipingere sul fiume?

Julie Fogliano e Lane Smith uniscono i loro talenti per un libro illustrativo suggestivo. Le illustrazioni un po ‘surreali e dettagliate meritano di essere assaporate e il testo poetico scorre senza intoppi.
Una lettura perfetta ad alta voce.
Anche il bosco sfondo dell’avventura, è un luogo abbandonato: fin dall’inizio del racconto le parole ci ricordano che la casa e il sentiero un tempo erano accoglienti, dritti, colorati, mentre ora sono sbilenchi, screpolati, invasi da piante. Infatti alla fine dell’esplorazione, poco prima del ritorno, appare chiaro che la casa non è vuota: rami di alberi, rovi, uccelli, la luce del bosco la abitano pieni della solida tranquillità che la natura emana riprendendosi le cose umane.

Forse la casa è lì ad aspettarli.
Aspetta di sentire il rumore delle chiavi.

La casa che un tempo edito da Rizzoli è storia senza tempo che ha un’atmosfera magica.
Un’avventura di quelle che affascinano i bambini perchè…
…trovare una casa abbandonata in un bosco è un’esperienza che profuma di storia e di vita. E’ un momento unico, piena di mistero, domande, ipotesi, paura solleticante.
…ogni casa ha una storia da raccontare e quelle abbandonate ne porteranno sicuramente di affascinanti.

Buona lettura!
PUOI ACQUISTARE IL LIBRO ADESSO QUI:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.