Le Avventure di Pinocchio – Justine Brax

“C’era una volta un pezzo di legno.
Non era un legno di lusso, ma un semplice pezzo di catasta…
…Passò di mano in mano fino ad arrivare in quelle di Geppetto,
un vecchio scultore… A lui venne l’idea di costruirsi
con le proprie mani un bel burattino di legno,
una meraviglia di burattino.”

Le Avventure di Pinocchio di Carlo Collodi e qui illustrato da Justine Brax, edito da Rizzoli e che fa parte di una collana di classici, diretta e presentata da Benjamin Lacombe. E’ un albo con una struttura narrativa divisa in capitoli (come l’originale), ogni capitolo è arricchito da tavole di una bellezza straordinaria, dalle linee moderne e realistiche ma con una sentore onirico e fanciullesco.
Pagina dopo pagina troviamo Pinocchio burattino ma dai tratti morbidi e umani, il grillo parlante quasi simile ad alieno, una fata Turchina incantevole in tutto, proprio come un dipinto.
I colori usati sono prevalentemente sui toni del blu e del verde in tutte le loro sfumature più calde, sfogliando e leggendo questo libro si ha la sensazione di immergersi in un mondo oramai dimenticato.

“Ma come avete fatto a crescere così presto?”
È un segreto.
“Insegnatemelo: vorrei crescere un poco anch’io.
Non lo vedete? Sono sempre rimasto alto come un soldo di cacio.”
Ma tu non puoi crescere” replicò la Fata.
“Perché?”
Perché i burattini non crescono mai.
Nascono burattini, vivono burattini e muoiono burattini.

“Oh! sono stufo di far sempre il burattino!” gridò Pinocchio, dandosi uno scappellotto.
“Sarebbe ora che diventassi anch’io un uomo come tutti gli altri.”

Le avventure di Pinocchio è libro classico molto amato, praticamente senza tempo e conosciuto da tutti.


I bambini fin da subito hanno un debole per questa storia perché è tenera e magica al tempo stesso, ma posso assicurarvi che ora illustrata da Justine Brax diventa ancora più magica agli occhi di grandi e piccini!


Da Geppetto che mette tutto se stesso nel costruire un bel burattino che chiama Pinocchio, un nome che a suo dire gli porterà fortuna, e impegnandosi con tutta la sua passione per farlo il più possibile somigliante a un bambino vero. Ed è proprio quel suo sguardo nella prima immagine del libro che ci lascia presagire tutta la grande pazienza che gli occorre per tenere testa alle monellerie di quel burattino, che una volta avute le gambe inizia a correre, ad attirare l’attenzione, a conquistarsi un po’ di libertà, mettendo nei guai…

Ma è proprio questa la sintesi delle avventure di Pinocchio, quel desiderio di libertà, quella voglia di diventare un bambino vero, che lo porterà ad affrontare una serie di peripezie incredibili; il diverbio tra il voler essere un bambino obbediente e il lasciarsi travolgere dalla vita. Il piccolo burattino vuole andare a scuola a imparare a leggere, a scrivere, ma allo stesso tempo non sa resistere alla tentazione di seguire quei furfanti del Gatto e la Volpe.


Già lo sapete che a nulla valgono le raccomandazioni del Grillo Parlante per farlo resistere dai suoi intenti.
Fortunatamente un’aiuto glielo darà la “bella Bambina dai capelli turchini”, pronta a tirar fuori dai guai il piccolo Pinocchio. Ma neanche con lei Pinocchio si comporterà bene perché le racconterà tante bugie che gli faranno crescere il naso di legno.


Tutti da bambini avremmo preferito giocare invece che andare a scuola e tutti, anche se sapevamo che non si doveva fare, abbiamo raccontato tante bugie. Pinocchio è un burattino ingenuo, sa poco della vita e pensa con molta leggerezza, fidandosi spesso degli altri che invece lo portano sempre su una cattiva strada.

Pinocchio, è una storia del passato, per noi adulti, è una storia con la quale siamo cresciuti, è una storia senza tempo che non smette mai di emozionare e far sognare sia i grandi che i piccini.
Le avventure di Pinocchio fa parte di una collana illustrata, edita da Rizzoli, diretta e presentata da Benjamin Lacombe, con la voglia di riproporre i grandi classici in una nuova veste, affiancando la grande fantasia di scrittori del passato con la meravigliosa bravura di giovani illustratori di oggi.

Ecco dunque che Le avventure di Pinocchio è una delle storie più belle mai narrate, una storia senza tempo, che tra avventure, disavventure, imbrogli e un po’ di magia, riesce a far vivere ancora oggi un’esperienza intensa e allo stesso tempo ad insegnare l’importanza dei valori più sinceri ai bambini.

ACQUISTA IL LIBRO ADESSO QUI: