Viaggio sulla Luna – Anne Jankeliowitch

Tre due uno… decollo, si parte per la missione Luna!
Gigantesche collisioni spaziali, affascinanti fasi lunari,
il sistema solare e i suoi pianeti, e anche il primo passo sulla Luna.

Il desiderio di andare per le vie dell’universo è un sogno che ha accomunato molta parte dell’umanità in ogni epoca storica. La curiosità di sapere cosa c’è e com’è fatto quello spazio buio che sta sopra le nostre teste e ci circonda ha alimentato la ricerca scientifica, che ha permesso di conoscere una piccola parte dell’Universo nel quale viviamo.

Ed è quella stessa curiosità che è presente in ogni bambino, la indicano fin da bambini guardandola con il nasino all’insù e appena possono iniziano a porre domande a noi adulti per rispondere a quel sollecito curioso che li caratterizza.
E noi, con i libri possiamo solo aiutarli a fare qualche piccolo decollo verso lo spazio e la luna ammirando illustrazioni, pop-up e ascoltando curiosi anedoti o particolari che mantengono così viva la loro sete di conoscere e scoprire!

Viaggio sulla Luna di Anne Jankeliowitch edito da Franco Cosimo Panini è un fantastico libro per scoprire i segreti di questo astro affascinante e partire per un’avventura nello spazio. Con 4 incredibili Pop-up si aggiunge una chiara e nuova dimensione alla Luna, aiutando anche i piccoli lettori curiosi di sapere (dai 4-5 anni) a collocare la luna, la terra, il sole perfettamente nell’Universo.

“Ha da essere un poeta
sulla Luna ad allunare:
con la testa nella luna
lui da un pezzo ci sa stare…
A sognar i più bei sogni
è da un pezzo abituato:
sa sperare l’impossibile
anche quando è disperato.
Or che i sogni e le speranze
si fan veri come fiori,
sulla luna e sulla terra
fate largo ai sognatori!”

Tratto da “Sulla luna”, di Gianni Rodari

Così Gianni Rodari celebrava la Luna. Ma lo sappiamo che non è il solo ad esserne stato incantato, ispirato e affascinato.


L’anno scorso (2019) abbiamo festeggiato e ricordato il cinquantesimo anniversario della missione spaziale Apollo 11, che il 20 luglio 1969 portò per la prima volta gli uomini sulla Luna.
È un’epoca, questa, dove è facile smarrire il senso della stupefazione, soprattutto tra i giovanissimi per i quali tutto sembra possibile e già successo. Complice di questo malinteso è la velocità con cui si e ci raggiungono le informazioni. Così anche un’avventura come la conquista della Luna, per di più del passato, rischia di sembrare ovvia.
La meraviglia si trova, (per chi non ce l’ha 😉 ) sfogliando insieme queste pagine!
Amanti dello spazio o meno, i bambini saranno entusiasti quando aprono il libro, perchè le immagini come questa saltano fuori dalle pagine e dalle illustrazioni di Annabelle Buxton.

In soli otto passaggi, Anne Jankeliowitch ha raccolto una notevole quantità di informazioni, ma sono le quattro spettacolari immagini pop-up di Olivier Charbonnel a rubare lo spettacolo.
I lettori possono scoprire come è nata la luna; com’è la sua superficie e atmosfera; perché apparentemente cambia forma e come può avere un effetto sulle maree.

Ci sono molti libri su questo tema e questo è uno di quelli eccezionali per rispondere alle prime domande tecniche.
Oltre al fascino, alla prodezza dell’ingegneria della carta e ai modelli 3D, il tema è brillantemente trattato e sfruttato per scoprire la magia della Luna.
Le illustrazioni pop-up sono dettagli mozzafiato e il grande vantaggio di questo album è il pop-up che illustra le la ruota che gira mostrando i diversi distretti della Luna. Un dettaglio questo, molto originale e unico nel documentario per bambini.

C’è uno sguardo alle eclissi e alla loro causa; così come l’esplorazione dello spazio, compresi gli sbarchi di Apollo.
Pagina dopo pagina si scoprono le teorie che riguardano l’origine della Luna sono ancora oggi in evoluzione e questo libro, dalle animazioni di grande effetto, ci racconta caratteristiche tecniche e curiosità sul nostro satellite lunare. I testi sono brevi, ma vengono ampiamente integrati dalle immagini, che sfruttano al meglio lo sviluppo tridimensionale consentito dalle tecniche del pop-up; perfette per supportare la descrizione delle orbite gravitazionali o delle fasi lunari.
Oltre al fascino, alla prodezza dell’ingegneria della carta e ai modelli 3D, il tema è brillantemente trattato e sfruttato per iniziare a scoprire la magia della Luna.

Per tutti i bambini affascinati dalla luna
Per tutti i bambini curiosi di sapere
Per tutti i piccoli scienziati, pronti per un Viaggio sulla Luna!

ACQUISTA IL LIBRO ADESSO QUI:

 

Il Piccolo Principe – Agnès de Lestrade

“Ti insegnerò un segreto:
non si vede bene che con il cuore.
L’essenziale è invisibile agli occhi.

È ormai e aggiungo fortunatamente, un grande classico Il piccolo Principe, la storia dell’incontro tra un pilota, precipitato con il suo aereo nel deserto del Sahara, e un bambino arrivato da un altro pianeta.
Un albo con quel tocco malinconico e scenografico sul mistero dell’amore e dell’amicizia, sulla necessità di legami profondi e autentici tra le persone. Con il suo tratto inconfondibile, Valeria Docampo porta il lettore dentro delle fantastiche illustrazioni a tutta pagina, in un mondo onirico, dove le forme sono sinuose e i colori morbidi e vivaci. Una fiaba sempre moderna da condividere con i piccoli lettori.

Terre di Mezzo editore ha pubblicato Il Piccolo Principe, un grande libro destinato ad un enorme successo perché traspone un libro immensamente amato da generazioni di lettori, una nuova riscrittura del capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry che da oltre settant’anni appassiona un pubblico senza età, creando una versione per bambini con due firme eccezionali
Questo albo è raccontato dall’autrice francese Agnès de Lestrade e illustrato dall’artista argentina Valeria Docampo, un sodalizio professionale più che collaudato.
Il Piccolo Principe appartiene ormai ad un immaginario talmente comune e condiviso che ogni sua rivisitazione non fa altro che conferire nuovo splendore ad un’opera senza tempo!

Senza addentrarci troppo nella trama e dando per scontato che tutti noi conosciamo alla perfezione le peregrinazioni del piccolo esploratore di pianeta in pianeta, preme sottolineare come l’edizione de Il Piccolo Principe illustrata si adatti alla perfezione alle esigenze di bambini piuttosto piccoli (direi dai 5 anni in su), mostrando una netta predominanza dell’immagine e non presentando la trama per esteso.
Il Piccolo Principe può infatti venire letto come una lunga storia d’avventura o come una parabola sull’amicizia.
Pur non tralasciando nessuno degli elementi salienti che compongono la trama, questa versione raggiunge punte di lirismo infinito quando l’incontro tra il Principe e la volpe si concretizza e i due si “addomesticano” a vicenda.

Il tema dell’amore, dell’amicizia, dei legami veri e il tema del diventare grandi senza perdere il bambino che è in noi sono il motore trainante del romanzo di Antoine de Saint-Exupéry, da questo le autrici ripartono rileggendo quelle pagine, catturandone lo spirito, regalandoci una poesia ancora più forte, offrendoci la possibilità di poter guardare quel mondo in punta di piedi, sfogliando questo prezioso albo.

Il piccolo principe mi raccontò che il suo fiore era bellissimo,
non era molto modesto, aveva solo due spine per difendersi
ed era terrorizzato dalle correnti d’aria:
“Ogni sera mi metterai sotto una campana di vetro.
Qui da te è molto freddo…”
gli aveva detto per farlo sentire in torto.
Era un fiore davvero complicato.

Agnès De Lestrade é molto apprezzata dal grande pubblico per la sua scrittura poetica. Tra i suoi libri più venduti ricordiamo “La grande fabbrica delle parole” che si contraddistingue proprio per la tenerezza e la delicatezza del racconto.
La stessa poesia che ritroviamo anche nell’originale de “Il Piccolo Principe”. E’ forse proprio per questa affinità, che la scrittrice decide di raccontarlo con estremo rispetto dell’originale. Non solo mantenendone inalterata l’essenza.
Il suo testo, così curato con affetto e attenzione, sembra proprio un regalo fatto ai più piccoli, che, non avendo la costanza di ascoltare il racconto nella versione integrale, possono godere di questa storia e dei suoi significati profondi.

Valeria Docampo illustratrice argentina di nascita e francese di adozione, mette in modo riconoscibile tutta la sua delicatezza e intensità nelle illustrazioni e rende questo albo imperdibile.
Il Piccolo Principe è qui infatti rappresentato secondo forme che ne accentuano la dolcezza e l’ingenuità è infatti essenzialmente un bambino e come tale guarda il mondo; la sottolineatura di attributi estetici concernenti l’infanzia (i capelli più spettinati del solito, gli occhioni più grande, il corpicino più esile), non fanno altro che aumentare quel senso di fragilità e pura dolcezza che pervadono il personaggio, al fine di favorirne l’identificazione con un pubblico di piccolissimi.

Il Piccolo Principe, abbiamo detto tanto, ma c’è poco da dire.. è una storia che non ha tempo e anche in questa versione non smette di commuoverci proprio perchè racchiude in sé il desiderio di avventura di ogni bambino e quel reale sentimento di amicizia pura che, forse, solo i più piccoli riescono a vedere davvero e che noi possiamo limitarci ad osservare attraverso il filtro del ricordo.

“Cosa significa addomesticare?”
“Significa creare legami.”
“Se mi addomestichi la mia vita sarà come illuminata dal sole.”
E quando si avvicinò il momento della partenza, la volpe disse: “Piangerò!”
“E’ colpa tua, io non volevo farti del male”
“Certo” disse la volpe
“Allora non ci guadagni niente!”
“Ci guadagno il colore del grano” spiegò la volpe.

 

“Non essere triste” mi disse
“Ogni volta che guarderai il cielo di notte,
ti sembrerà che tutte le stelle stiano ridendo,
perchè saprai che io sono una di quelle.
E tu sarai sempre mio amico.”

Un albo illustrato che chiede e merita solo di essere guardato, possibilmente con gli occhi di un bambino, e di lasciarsi rapire per poter volare sulle ali della fantasia, verso universi dove tutto è bellezza, è calma..e le tutte le stelle ridono dolcemente.

Puoi acquistare il libro QUI: