Cavalcavia – Gek Tessaro

Bucare, trafiggere, offendere, mordere, colpire, umiliare, travolgere, graffiare, uccidere, punire, sfregiare.
Ma io lo faccio in nome della pace.
In nome di Dio, in nome della Patria, in nome di mio padre, di mia sorella, in nome del mio spremiagrumi di plastica giallo.
E tu?
Cavalca via. Cavalca via da tutto questo,
cavalca via da questa logica desolante. Cavalcavia

Carthusia Edizioni ha pubblicato CAVALCAVIA, un nuovo e potente albo illustrato ideato, scritto e illustrato dal grande Gek Tessaro.

CAVALCAVIA nasce da un’idea forte e rivoluzionaria, dall’esigenza di reagire al dilagare della filosofia della contrapposizione, dello scontro, del conflitto, dell’intolleranza, dell’orrore. L’albo raccoglie nelle sue pagine una colorata, ironica e creativa sfilata di cavalieri e cavalcature: elmi, divise, armature, bandiere, convinzioni differenti, unite tutte dalla medesima insensata determinazione allo scontro.

Si presenta come un libro dal formato molto grande, con le immagini che rispecchiano al 100% lo stile di Tessaro, e i concetti affrontati sono certamente molto grandi e forti.
Cavalcavia è un libro che mi sento di consigliare per chi sta iniziando a studiare la storia,
per chi vuole spiegare in modo più pronfondo il concetto della guerra, ma sopratutto l’esigenza di reagire contro l’orrore che questa può causare.
Cavalcavia è per insiegnare in modo diverso ai bambini concetti che ahimè circondano la nostra esistenza.

L’Autore Gek Tessaro così racconta com’è nata questa idea:

“Immagino che, come me, molti in questo periodo si siano sentiti spaventati e attoniti di fronte a questo clima d’intolleranza, di odio e di scontro tra le diverse culture; abbiano provato orrore, disgusto e incredulità per i tanti episodi di barbarie insensata. – racconta Gek Tessaro – Poche volte mi è capitato di sentire questa necessità, questa voglia di intervenire in qualche modo, di dire la mia, meglio ancora gridare, gridare «andate via, fuggite da questa logica demente!» Ma quest’esortazione non mi è sembrata abbastanza. Andare si può andare, uno va, cammina, ci ripensa, capace che mi torna indietro e tutto ricomincia. Ecco perché “cavalcavia”: se te ne vai di corsa, al galoppo, magari fai più fatica a cambiare idea, che quando galoppi il vento ti scompiglia i capelli e magari ti pulisce anche il cervello.

CAVALCAVIA è un gioco di parole che si pono come un suggerimento:
vattene, fuggi, salvati, esci dalla logica aberrante del combattimento e della guerra. E fallo a cavallo di quel destriero con cui ti eri preparato alla battaglia. Cavalca via!”

CAVALCAVIA è un’idea forte e un messaggio oggi indispensabile che ho condiviso profondamente.
Nelle pagine di questo ironico, struggente e stupendo catalogo dei suoi amati cavalli e cavalieri, troverete un grande Gek Tessaro, grande come sempre per le bellissime e originali illustrazioni, ma anche per i testi: provocatori, ironici, un susseguirsi di spunti di riflessione.

Il tema di rifiuto della guerra è affrontato da Tessaro con originale sensibilità e straordinarie doti espressive. Le opere riescono a stimolare un’amara riflessione sull’orrore dei conflitti bellici e sulla figura del soldato che è spinto da un’insensata retorica nazionalista a combattere contro chi, all’apparenza così diverso da lui, è in realtà animato da un’analoga determinazione alla lotta. In un’epoca in cui drammatici episodi di intolleranza e di contrasti tra culture differenti sono all’ordine del giorno, l’invito finale è allora quello di cavalcare via, di ribellarsi a una logica distruttiva che porta solo all’odio e alla violenza.… cavalca via dalle guerre, dagli scontri, sfuggi alla logica della contrapposizione eonquista libertà e pace!

E’ questo che muove l’autore e che esorta il lettore ad andare, perché si può sempre andare, camminare, ripensarci e tornare indietro per poi ricominciare!

Consigliato dai 5 anni.

Puoi acquistare il libro QUI>>>

Cavalcavia

Gek Tessaro

 

 

Come aumentare l’autostima?

autostima-te

Eccoti allora 10 tecniche pratiche per aumentare la tua autostima.

  1. Preparati. Il tuo livello di autostima è direttamente proporzionale al tuo livello di preparazione. Pensa agli esami/verifiche/test che hai affrontato nella tua vita. Esserti preparato ha innescato nel tuo cervello un circolo virtuoso molto interessante: + preparazione = + autostima = + successo = + autostima… e così via. Indovina un po’?! Questo non vale solo a scuola, la vita è un esame continuo: studia ed esercitati quotidianamente nei campi in cui vuoi eccellere.
  2. Ripensa i tuoi pensieri. A volte sappiamo essere i peggiori nemici di noi stessi. I pensieri negativi possono letteralmente distruggere la tua autostima. Continuare a ripeterti frasi come “non sono all’altezza”, “non ci riesco”, “non sono capace” è un modo per la tua psiche di creare delle scappatoie quando hai paura di affrontare qualcosa. Queste scuse non ti aiutano: diventa consapevole di questi pensieri negativi e sostituiscili sistematicamente con pensieri positivi come “ho già affrontato __________ , posso affrontare anche questo”, “ho ottenuto _________ , posso raggiungere anche questo obiettivo”. E non venirmi a raccontare che non hai mai raggiunto un obiettivo nella tua vita: stai leggendo questo articolo, quindi sei migliore di 6 milioni di italiani totalmente analfabeti!
  3. Cura il tuo aspetto. Una bella doccia, la barba in ordine (la depilazione per le signorine), i tuoi vestiti migliori e… boom! l’autostima aumenta immediatamente. L’immagine che abbiamo di noi stessi ha un impatto determinante sulla nostra autostima: questa immagine non è immutabile e curando quotidianamente il nostro aspetto possiamo migliorarla, migliorando la nostra autostima.
  4. Fai esercizio fisico. Quando ti senti in forma con te stesso la tua autostima raggiunge un picco. Senti che stai facendo qualcosa di buono per te e le endorfine fanno il resto. Approfitta dell’inizio del nuovo anno per abituarti a fare sport.
  5. Conosci te stesso. Sun Tzu nell’Arte della Guerra dice: “Conosci te stesso e vincerai tutte le battaglie”. La carenza di autostima è generalmente legata ad una cattiva considerazione che abbiamo di noi stessi. La domanda è: questa cattiva considerazione è giustificata? Se non conosciamo realmente noi stessi, quali sono i nostri difetti e quali sono le nostre qualità, non potremo mai saperlo. Abituati a tenere un diario giornaliero: appunta i tuoi pensieri ricorrenti, registra le tue piccole vittorie, scrivi cosa è andato bene e cosa è andato male durante il giorno. Questo piccolo esercizio ti aiuterà ad avere un’immagine più oggettiva di te stesso e probabilmente una migliore autostima.
  6. Aiuta qualcuno che non conosci. Aiutare uno sconosciuto non solo ci rende immediatamente più felici, ma è anche un ottimo antidoto per la mancanza di autostima. Sentire di contribuire sinceramente al benessere di un’altra persona ti fa sentire bene e migliora la percezione che hai di te stesso. Provare per credere.
  7. Sorridi. Il sorriso è il nostro miglior biglietto da visita. Un bel sorriso semplice, spontaneo, cordiale è il modo più diretto ed efficace per dire a te e agli altri: “hei, sono sicuro di me stesso e tutto andrà alla grande!”.
  8. Parla lentamente. E… s… a… t… t… o… parlare lentamente ti aiuta ad accrescere la tua autostima. Come?! Parlare con lentezza e determinazione cambia il modo in cui gli altri ti percepiscono e contribuisce a migliorare la tua immagine. Hai mai seguito un discorso di Barack Obama? Le persone che hanno autorevolezza parlano lentamente e con chiarezza. In fondo un tentativo non costa nulla (Ps. non esagerare!).
  9. Impara a dire no. Sapere dire No quando serve è una dimostrazione di grande autorevolezza. Sopratutto in ambito lavorativo, dire qualche No può aiutarti ad affermare le tue posizioni e di conseguenza accrescere la stima che hai di te stesso.
  10. Fissa un piccolo obiettivo e raggiungilo. Le nostre vittorie influenzano la considerazione che abbiamo di noi stessi. Punta alle stelle, ma inizia con piccoli passi. Fissa un piccolo traguardo che puoi raggiungere oggi stesso. Ogni piccola vittoria che otterrai accrescerà il tuo senso di autostima e ti permetterà di scalare vette sempre più sfidanti.

fonte: http://www.psichesoma.com

Jerry Minchinton
Le 52 cose che puoi fare per migliorare la tua AUTOSTIMA

Compralo su Macrolibrarsi

A volte l’infelicità deriva da scarsa fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, con conseguente timore di sbagliare e di non essere all’altezza della situazione. Come superare paure e senso di inadeguatezza e divenire individui capaci di realizzare i propri desideri.