Gerald, stambecco gentile – Philip Giordano

“A Gerald non piaceva combattere.
Era uno sta,becco gentile.
Meglio stare da solo sulle cime dei monti
che dover combattere tutto il giorno
con gli altri stambecchi! E poi…
chissà cosa c’era lassù, al di là delle nuvole.”

Ai piedi di una montagna altissima vivevano gli stambecchi che passavano le giornate a combattere incrociando le loro grandi corna. Tutti gli stambecchi tranne, Gerald.

Gerald è uno stambecco diverso dagli altri, a lui non interessano i combattimenti, infatti un giorno decide di partire per la cima più alta della montagna per esplorarla e conoscerla.
Così, Gerald cominciò ad imparare e passo dopo passo, scoperta dopo scoperta si spingeva sempre più in alto.

Non era solo, con lui c’erano nuovi amici, come il corvo che gli insegnava a evitare le rocce appuntite, la marmotta che lo avvertiva dei pericoli, anche il gallo forcello che gli faceva conoscere la neve. Geral, immerso in quel paesaggio straordinario era felice.
Impara così a comprendere meglio la montagna, i suoi passaggi, le sue trappole, la sua bellezza e i suoi segreti.

Ma quando un giorno, viene avvisato che il suo branco è in difficoltà , Gerard non si tira indietro e corre subito ad aiutarli e lo fa senza difficoltà perché aveva imparato a conoscere la montagna e i sui segreti.
Da quel giorno, per il gregge Gerald divenne il capo, ma il suo cuore ormai era in cima alla montagna, immerso fra le nuvole: era lì dove voleva stare.

Gerald, stambecco gentile di Philip Giordano edito da Lapis edizioni è un albo illustrato delicato e profondo, che insegna a seguire i propri sogni e desideri, restando sempre e comunque se stessi.
La storia è illustrata con gentilezza e profonda sensibilità.
Lui è uno stambecco sognatore, un poeta, un individuo che conosce le regole ma si convince di non seguirle, sceglie di andare oltre perchè sente che il suo animo è diverso e decide di assecondarlo.
Dalla prima pagina si rimane subito affascinati da questa storia piena di saggezza e filosofia che valorizza la differenza e il desiderio di essere se stesso, di realizzare i propri sogni, di condividere le proprie esperienze sempre in modo umile e onesto.
Un testo veloce e facilmente comprensibile ma ricco di spunti necessari per comprendere i valori di unicità che spingono ad uscire dal coro, dalla massa, per ricercare dentro e fuori di sé il proprio lembo di terra da occupare. Esperienze di vita quindi che diventano insegnamenti per tutti coloro che verranno.

Mentre si trova lontano dal gregge, alla scoperta della montagna, lo stambecco, ha la facoltà di imparare cose che altrimenti non avrebbe mai appreso, è così che si apre a tutte le possibilità e viene poi ricompensato da meravigliosi paesaggi e tanti amici.
Infine l’autore con grande maestria e semplicità ci porta oltre ciò che siamo abituati a vedere, ci porta tra le stelle, nella galassia, e da lì, tra le stelle che torneranno sulla terra per ricoprirla, ancora una volta, di fiori unici e rari, proprio come Gerald…
La scelta del formato stretto e alto e dello stambecco come personaggio della storia, sono dettagli perfetti per rappresentare e portare e rappresentare al meglio la scalata verso i propri sogni ai piccoli lettori …e non solo.

Questa lettura è un esempio per i piccoli lettori e ascoltatori ma anche per noi grandi, per ricordarci di imparare l’importanza di uscire dagli stereotipi, di esplorare ciò che li circonda e di inseguire i propri desideri 😉
Buona lettura
ACQUISTA IL LIBRO ADESSO QUI:

Namaste

Namaste è una parola sanscrita (poi adottata anche nella lingua hindi) che significa “inchino a te” o “omaggio a te” in quanto namas significa “inchino“, ma il suo significato va ben oltre.

namaste

Questo semplice gesto, umile e bello, è anche “geniale” per la molteplicità dei significati, fisici, emotivi, psicologici e spirituali che ad esso si possono associare.

Come già detto, la gestualità è semplice, consta nell’unire i palmi delle due mani all’altezza del cuore, accompagnato da un inchino del capo.

Namaste riconosce la fondamentale unità dell’uno con l’altro.

La filosofia indù asserisce l’esistenza di due forze fondamentali nell’universo: energia (Shakti) e coscienza (Shiva), la cui esistenza ed esplicazione di potenza hanno dato luogo a differenti teorie. Alcuni considerano le due forze complementari l’una all’altra, altri come diverse espressioni di un’unica unità ovvero apparenti manifestazioni di un’unica realtà, altri ancora come emanazione l’una dell’altra e così via.

Qualunque sia la visione filosofica sottostante, ognuna tende a riportare, ricondurre, risvegliare lo stato di originaria unità che è in noi.

Namaste, nella sua semplicità, è un grandioso atto di consapevolezza dell’unione. Ci fa comprendere che i due, in realtà, sono inseparabili, ci svela il segreto dell’unità, ci permette nella consapevolezza che esprime, di mantenere l’equilibrio della vita in cui salute, armonia, pace e felicità sono presenti. Namaste esprime essenzialmente l’armonia universale in relazione alle nostre attitudini e comportamenti quotidiani.

È un gesto di umiltà: “io riconosco Dio in te“.

Se ogni relazione umana iniziasse con questo sentimento, come potrebbe esserci spazio per malvagità, ipocrisia e “furbizie” nei rapporti tra esseri umani?

(Tratto da INDUISMO anno 1 – n. 1)

ISBN: 5060085151368

Prezzo € 17,90
Compralo su Macrolibrarsi

Dopo il grande successo delle precedenti emissioni della serie Namaste, casa Mg propone al pubblico il nuovo volume “Namaste – True Crystals”, uno studio approfondito sul potere e l’utilizzo dei cristalli.

La musica dalle sonorità innovative di Chris Green e Robert Fenner, i componenti del duo Runestone, è la rappresentazione in note delle proprietà di ciascun cristallo e dei chakra ad esso associati.

Con un libretto contenente interessanti informazioni sull’uso specifico delle varie pietre, “Namaste – True Crystals”, album consigliato da Melody, una delle figure più significative nell’ambito dello studio dei cristalli, è la colonna sonora ideale per accompagnare sessioni di cristalloterapia o anche semplicemente per trascorrere un’ora di pausa rigenerandosi con i benefici poteri di madre na