Tra Cucina, Salute e Bellezza

Leggi l’intervista a Luca Fortuna, esperto di fama internazionale nel campo dell’aromaterapia. Autore di numerosi libri di successo.

Intervista a Luca Fortuna, autore del libro Le Alghe

Luca Fortuna, creatore di prodotti e trattamenti venduti in oltre 30 nazioni, ha sviluppato una serie di tecniche uniche e innovative , frutto di lunghi studi e dell’esperienza accumulata.

Impegnato in corsi e seminari, è attivo nella divulgazione dei benefici derivanti dall’impiego di prodotti naturali.

E’ da poco uscito un tuo nuovo libro che ha come titolo “Le alghe”, perché hai scelto questo tema?

Le alghe sono praticamente sconosciute al grande pubblico, che ignora quanto benessere possano regalarci. Sono ricche di proteine, aminoacidi e vitamine, un patrimonio di principi attivi che le rende ideali per molteplici utilizzi.

Quali sono i principali benefici che derivano dall’impiego delle alghe?

I benefici sono tantissimi, ogni alga offre un prezioso aiuto: alcune sono utili per combattere cellulite e gli inestetismi della pelle, altre rinforzano i capelli e rendono più bella la pelle, aiutano nelle diete dimagranti, forniscono energia e sono una vera e propria miniera di elementi essenziali. Si possono assumere con tranquillità, perché sono sicure e ben conosciute.

Quali sono i vantaggi per la linea?

Le alghe riducono le ritenzione idrica, sono disintossicanti e drenanti, hanno la capacità di stimolare il metabolismo e di promuovere la lipolisi, quel processo naturale che smobilizza i depositi di grasso, consentendo di perdere peso là dove serve. Abbinate nel modo corretto consentono di ridurre la sensazione di appetito e di eliminare gli attacchi di fame. Forniscono energia, vitamine e minerali, che contribuiscono al risultato finale.

Puoi consigliarci una formula “magica” ?

Per ritrovare una buona forma fisica e smaltire qualche chilo di troppo è indispensabile adottare una buona alimentazione e fare un po’ di movimento. Con la giusta supplementazione si possono ottenere dei risultati eccellenti e duraturi. Consiglio di abbinare due alghe: Spirulina e Kelp. Il protocollo di assunzione è molto semplice, si assume la spirulina a metà mattina e a metà pomeriggio, occorrono 3 grammi al giorno che solitamente equivalgono a 6 tavolette da 500mg. Il kelp va assunto prima dei pasti, all’incirca 20‐ 30 minuti, una tavoletta titolata in 150mcg di iodio è sufficiente.

Ho letto che la Spirulina è consigliata anche agli sportivi è vero?

Si, l’alga spirulina è alla base della catena alimentare e contiene in forma naturale vitamine, minerali e proteine in una forma altamente biodisponibile. A differenza delle proteine della carne, quelle della spirulina non creano scorie metaboliche. Per gli sportivi sono consigliabili da 3 a 6 grammi al giorno.

Sempre la Spirulina viene raccomandata per i vegetariani e per chi ha carenze di ferro, puoi dirci qualcosa in più?

Nella spirulina è presente un livello significativo di ferro, accompagnato da vitamina B12, B6, rame e manganese, che vengono considerati sinergici. Inoltre il contenuto di proteine nobili la rende un super nutriente. Per questo motivo è utile a vegetariani e vegetaliani, e a tutte le persone che risultano carenti di ferro.

Oltre che per la salute le alghe si possono usare anche per la bellezza?

Molti prodotti cosmetici contengono alghe. Nel libro fornisco diverse ricette, facili e alla portata di tutti, per realizzare in casa semplici, ma efficaci, prodotti di trattamento.

Infine, vedo che hai dedicato uno spazio anche all’impiego in cucina.

Utilizzare le alghe in cucina è semplice e divertente, basta una piccolissima quantità per insaporire i piatti. Uno degli utilizzi meno noti, ma più apprezzati è quello di rendere più digeribili i legumi.

Non resta quindi che invitare alla lettura di questo libro, hai un ultima raccomandazione per i nostri lettori?

Scegliere un prodotto di qualità, evitando di lasciarsi tentare da super offerte e promozioni eccezionali. La Spirulina migliore proviene dal Cile, quelle che vengono coltivate in India e Cina sono sicuramente più economiche, ma in molti casi si sono rilevate pericolose per la presenza di inquinanti e metalli pesanti. Meglio quindi affidarsi a produttori qualificati. La spirulina che consiglio è quella della PhitoMEDICINE, pura e senza eccipienti.

Le Alghe
Tra Cucina, Salute e Bellezza

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Le alghe non sono solo un alimento nuovo e gustoso ma apportano all’organismo micronutrienti, vitamine, oligoelementi e antiossidanti che difendono dai radicali liberi e mantengono in perfetta salute.
Annunci

Dizionario di Salute Naturale

Dizionario di Salute Naturale - Libro

Valdo Vaccaro
Dizionario di Salute Naturale – Libro

Medicina naturale, Alimentazione e Salute, Alimentazione e Salute

carrello.gif

Il sistema immunitario è l’unico vero regista del film chiamato SALUTE.
Non esistono «malattie» quanto piuttosto deviazioni dallo stato naturale di SALUTE, come ci spiega la scienza igienista.

Tutti i suggerimenti che l’autore ci propone, sono strumenti per restituire la regia della nostra SALUTE al sistema immunitario, mettendolo nelle condizioni di lavorare al meglio e senza interferenze debilitanti.
Grazie a questo dizionario, possiamo scoprire quali sono i cibi più adeguati per affrontare il sintomo che ci riguarda, e non solo: vaccaro ind! ica anche alcuni esercizi fisici, rimedi naturali ecc.
Che possono essere associati in maniera sinergica alla dieta alimentare proposta. Le sagge parole che leggiamo in questo dizionario di SALUTE naturale non hanno la pretesa di «sezionare» né di «guarire» la malattia, pur parlando di «sintomi» per necessità di contenuti, quanto piuttosto di risvegliare nel lettore la sua innata e spontanea capacità di ripristinare la SALUTE.
Un suggerimento per ogni deviazione dello stato naturale di SALUTE acne acufeni addome gonfio adenoma ipofisario adipe addominale afte alopecia femmin! ile amenorrea anemia microcitica anoressia/bulimia artrite psoriasica b12 (carenza di) bronchite candida carie cataratta cisti radicolare agli incisivi inferiori colesterolo alto coliche gassose nei neonati colite degenerazione del verme degenerazione maculare denti deboli con la dieta vegana-crudista? depressione depressione bipolare dermatite seborroica diabete di tipo 1 diabete di tipo 2 diabete lada diabete diarrea disidrosi distrofia muscolare eczema atopico emicrania emorroidi endometriosi enfisema polmonare epilessia ernia al disco fascite plantare ferritina bassa gravidanza – ferro basso fibromialgia fibrosi cistica fibrosteatosi nash frattura orizzontale della rotula gastrite geloni gotta helicobacter pylori herpes inappetenza insonnia ipertensione ipertrofia prostatica ipotiroidismo lipoma lordosi cervicale lupus erimatoso mal di testa malattia di chron mcs (sensibilità chimica multpla) mercurio (intossicazione da! ) mestruazioni dolorose meteorismo microcisti ovariche microcitemia miodesopsia mioma e noduli alla tiroide mononucleosi morbo di basedow neurofibromatosi orticaria con shock anafilattici orticaria orzaioli osteoporosi pancreatite parkinson (morbo di) pelle (secchezza della) piastrinosi piorrea polipi alla cistifellea prostatite proteine (eccesso di) porpora di schonlein-henoch rassodamento del seno rettocolite ulcerosa reumatismi rinite cronica ipertrofica sabbia alla colecisti sangue (fluidificare il) sarcoidosi scabbia sclerosi multipla spondilo-artrite anchilosante sterilità maschile stitichezza sudorazione abbondante tiroidite tonsillite ulcera duodenale ulcera vasculite vermi intestinali verruche vertigine anteprima dizionario di SALUTE naturale libro di Valdo Vaccaro la prima volta che ho letto una tesina di Valdo Vaccaro sono rimasta colpita sia dalla passione sia dalla preparazione scientifica con cui egli propone i suoi argomenti.

Con il tempo, poi, ho avuto modo di apprezzare in lui caratteristiche quali la coerenza e il coraggio, attributi fondamentali in quest’epoca che necessita di pionieri di una nuova visione, più aperta alla natura, al BENESSERE e all’etica.
Con grande piacere, dunque, oggi curo e coordino gli argomenti del suo v-blog «codex veganus» su nonsoloanima.

Tv e ora sono qui a presentarvi un nuovo «viaggio» in compagnia dell’autore! .

Quando ci ammaliamo, le nostre energie vengono in genere impiegate nella ricerca di un «rimedio» che faccia scomparire ogni sintomo.
E se ci interroghiamo, è per esplorare la malattia: «perché mi sono ammalato? », «qual è la causa di questo malessere?», «come posso abbatterlo? » ecc.

mente-principi-coniglietto-velluto.jpg

Si tratta certamente di domande importanti, ma paradossalmente possono allontanarci dalla questione fondamentale: «come mantenere e ripristinare la SALUTE?» sembra la stessa domanda delle precedenti, ma non lo è.

continua a leggere – anteprima dizionario di SALUTE naturale libro di Valdo Vaccaro.

Per approfondire clicca qui:
carrello.gif

Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso.
Kenneth Blanchard

Le virtù salutari dei cristalli di sale in acqua…

Le virtù salutari dei cristalli di sale in acqua pura

Non è corretto dire che la vita è nata nell’acqua: in realtà è nata in una soluzione di acqua e sale, la stessa in cui siamo immersi per nove mesi nella pancia della mamma. Lo stesso nostro sangue è una soluzione salina all’1%, simile a quella del “mare primordiale”.

Da questo osservazioni il medico Barbara Hendel e il biofisico Peter Ferreira sono partiti per elaborare un sistema di cura basato sull’impiego di soluzioni idrosaline. Ma non si parla di sale ripulito chimicamente e ridotto a cloruro di sodio: il sale naturale – ricordano gli autori – contiene minerali e oligoelemenli che non devono assolutamente essere considerati impurità. Non vanno eliminati perché ogni elemento chimico è portatore di una “specifica informazione, vibrazione, energia o forza vitale” la cui carenza può causare disturbi di vario genere.

Il consiglio è di consumare sale cristallino di miniera genuino e naturale, quello che si trovava nel mare originario. Il sale consigliato, e utilizzato nella pratica come “alimento di vita”, è quello proveniente dall’Himalaya poiché conterrebbe un “contenuto d’informazione più elevato”.

Acqua e sale – spiegano gli autori – possono rimettere in ordine il caos nel vostro corpo a condizione che riflettiate sulla causa del disordine e cerchiate di rimuoverla, se non subito, almeno a lungo andare”.

Non è solo teoria, Hendel e Ferreira presentano i risultati delle loro ricerche e propongono una serie di “interventi” per diversi problemi di salute o come cura disintossicante. Si può assumere la soluzione per via orale, fare impacchi, inalazioni, lavaggi, bagni, frizioni e altro.

La cura idrosalina orale

Gli autori del libro propongono questa cura per avviare un cambiamento con ripercussioni positive sul corpo, sulla mente e sull’anima.

  • 1. Prima di tutto si deve preparare una soluzione salina cristallina. Mettete cristalli di sale in un piccolo vaso di vetro con coperchio e copriteli con acqua di sorgente.
  • 2. Nel giro di un’ora i cristalli si sciolgono fino a saturare l’acqua: avremo una soluzione al 26%.
  • 3. Prelevate un cucchiaino della soluzione dal vaso e mettetelo in un bicchiere: riempite con acqua di sorgente.
  • 4. Bevete un bicchiere d’acqua così preparato ogni mattina a digiuno, appena alzati.
  • 5. Il trattamento va prolungato nel tempo, anche a vita.

Articolo tratto da L’Altra Medicina N. 11

Acqua e Sale - Libro
Inesauribili fonti di vita

Voto medio su 6 recensioni: Buono

Integrale non raffinato con certificazione di provenienza

Voto medio su 211 recensioni: Da non perdere

Il sale cristallino è in grado di riequilibrare il Ph della cute (psoriasi, infiammazioni cutanee, herpes…), portare sollievo nel caso di allergie e malattie da raffreddamento, trattamento delle varie affezioni renali, dei problemi femminili…

Puro con i suoi 84 elementi naturali ed oligoelementi, è prezioso per ripristinare il nostro equilibrio e rimuovere le scorie che accumuliamo anche assumendo sali da cucina industriali.

E’ privo di additivi e delle sostanze inquinanti che impoveriscono il sale marino.

Il sale cristallino contiene l’energia

di cui il nostro corpo ha bisogno.

Lo spirito interiore

“Lo scopo della meditazione è smettere di pensare per un certo lasso di tempo, aspettare che la nebbia del pensiero si diradi e scorgere lo spirito interiore.”
Le CoincidenzeDeepak Chopra

Le Coincidenze
Per realizzare in modo spontaneo i propri desideri

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere

Le coincidenze sono solo eventi che accadono casualmente nello stesso momento? Costellano la nostra giornata, ci stupiscono, talvolta sconvolgono i nostri piani, cambiano la nostra vita, ma ci ostiniamo a ignorarle.

Se invece ci fermassimo a riflettere, scopriremmo che tantissimi avvenimenti apparentemente fortuiti sono stati in realtà dei piccoli miracoli. E se non fossimo andati alla festa in cui abbiamo incontrato il nostro amore? E se quel giorno non avessimo sfogliato il quotidiano con l’annuncio del nostro futuro lavoro?

Il problema è che tendiamo a sottovalutare questi messaggi dell’universo, l’immenso organismo di cui noi siamo le cellule.

L’inizio del mio viaggio verso il senso della…

Maria Gabriella Bardelli, autrice del libro La Guarigione è dei Pazienti ci spiega il suo percorso verso la medicina olistica e come ha risolto una fastidiosa emicrania cronica con la Metamedicina e le 5 Leggi Biologiche di Hamer.

L'inizio del mio viaggio verso il senso della "malattia" - La Guarigione è dei Pazienti (Anteprima)

La guarigione è dei pazienti. È in mano a chi è paziente e al paziente che ne è responsabile. 
Tutto ciò che cresce, per durare a lungo, cresce lentamente e nel silenzio.

Nella mia vita ho goduto di buona salute e non sono mai stata ricoverata in ospedale. A 27 anni, però, ho cominciato ad avvertire improvvisamente dei fastidiosi mal di testa. Una o due volte al mese.

All’epoca insegnavo lettere in un liceo e quando avevo mal di testa cercavo di trovare il modo di farlo andare via il prima possibile. Inizialmente ci riuscivo con una buona dose di caffè, poi col tempo la caffeina non mi faceva più effetto e così cominciai a ricorrere a vari
analgesici. Non mi chiedevo il perché avessi iniziato da un giorno all’altro a soffrire ciclicamente di mal di testa, avevo  solo urgente bisogno di zittire quel sintomo e di lavorare così in santa pace!

Poi la vita mi ha portata a vivere alcuni anni in Venezuela con Andrea che da 13 anni è mio marito: laureato in filosofia, spirito irrequieto ed esploratore, è sempre stato attratto dalla medicina naturale fin da tempi non sospetti in cui di medicina alternativa non si sentiva quasi parlare. Incontrarlo è stato l’inizio del mio aprirmi ad altre visioni e possibilità. Nel 1998 siamo partiti per il Venezuela con il sogno di aprire un piccolo centro olistico.

Intanto il mio mal di testa continuava e si stava trasformando sempre più in emicrania. Iniziavo a farmi delle domande senza accontentarmi degli analgesici che cominciavano a fare sempre meno effetto.

In Venezuela gli approcci alternativi sono molto diffusi perché la cultura indigena è ancora molto presente nella loro cultura, ovunque incontri negozietti improbabili di prodotti naturali o di cucina vegetariana, nelle campagne trovi curanderos (guaritori) di ogni tipo e specie. Così ho cominciato a prestare attenzione alla mia alimentazione, diventando vegetariana, e a sostituire gli analgesici allopatici con erbe e prodotti fitoterapici. A volte mi aiutavano, altre no.

La mia scoperta della medicina naturale continuava, e si affiancava all’esperienza diretta di una medicina spirituale, sciamanica, dei curanderos del posto. Ne abbiamo fatto esperienza diretta per alcuni sintomi A fine 2003 tornammo in Italia per ripartire da capo. Io ero accompagnata da una domanda:

«E se la soluzione, così come la causa della mia emicrania, fosse dentro di me?». 

Da lì a poco le risposte cominciarono ad arrivare: inizialmente grazie alla Metamedicina di Claudia Rainville e successivamente alle 5 Leggi Biologiche scoperte dal dott. Hamer.

Nel 2004 ho potuto comprendere la causa e il senso della mia emicrania e fare un lavoro di Liberazione della Memoria Emozionale con Claudia Rainville. Da quel momento ho cominciato a fare delle cose diverse nella mia vita di tutti i giorni. Mi sono ormai dimenticata dell’emicrania. Ho avuto nel corso degli anni qualche accenno di mal di testa e ho potuto riconoscerne ogni volta la causa e il senso, accompagnando così il corpo verso la «guarigione» con riconoscenza per il lavoro che stava facendo. La scoperta di questa stretta  correlazione tra psiche e organo, sperimentata sulla mia pelle, ha costituito per me un punto di svolta, un salto di paradigma vero e proprio: è come se avessi improvvisamente tolto le lenti scure con cui osservavo il corpo e un nuovo scenario mi si stagliasse di fronte.

La guarigione è dei pazienti

Il primo degli aforismi di Ippocrate, che per 2000 anni godettero di immensa fortuna tanto da essere tenuti in conto come la bibbia del medico, diceva: La vita è breve. L’arte è lunga…

Lunga è l’arte della medicina, mentre breve è la vita dell’uomo. La medicina era definita «Ars longa». Un’arte lunga, lenta, paziente. Non sarà un caso che chi si rivolge al medico si chiami «paziente».

Al tempo di Ippocrate era in qualche modo ben radicata l’idea che il tempo avesse a che fare con la guarigione e che il più giusto degli atteggiamenti da parte del malato fosse quello di prendersi tempo. Oggi sembra vero il contrario. Il primo forse a sembrare impaziente è il medico, prima di tutto a causa del protocollo a cui deve attenersi, che lo porta a non avere tempo, a intervenire e a prendere decisioni velocemente anche laddove non vi è una reale urgenza.

Non esiste più l’idea che il corpo e la natura abbiano bisogno di tempo per «guarire», piuttosto ci si affanna a fare le cose a tempo: il male avanza e occorre efficienza, tempestività e prevenzione. Il paziente è pressato dal medico che per il suo bene gli chiede il consenso per poter intervenire e contrattaccare i nemici quanto prima. Pazientare fino a domani potrebbe essere letale. Si pensa.  Medicina lenta invece significa dare al paziente il diritto di essere tale: paziente appunto. E quindi offrire l’opportunità di darsi tempo.

L’impazienza nasce dalla paura e dall’incertezza del risultato, la pazienza nasce dalla fiducia, e sulla fiducia si costruisce una relazione di aiuto, un percorso di guarigione. 

Chi ha tempo, chi si concede tempo, può discernere. Occorre saggezza per sapere discernere il labile confine del giusto tempo in cui aspettare e del momento giusto per intervenire.

La Guarigione è dei Pazienti - Libro
Con la mappa di Hamer e l’ascolto di Claudia Rainville

Voto medio su 9 recensioni: Buono

Una sola parola, TUTTO può CAMBIARE!

The Magic - Libro

Voto medio su 7 recensioni: Buono

SCOPRI LA MAGIA DELLA GRATIDUDINE!
UNA SOLA PAROLA, E TUTTO PUÒ CAMBIARE!

Dall’autrice di The Secret, il fenomeno editoriale edito in Italia da Macro Edizioni, un nuovo illuminante libro!

Alcuni concetti chiave racchiusi nei testi sacri delle principali religioni, pur essendo stati letti e studiati per più di duemila anni sono stati fraintesi, male interpretati o non capiti.

Nel corso della storia, solo pochi eletti hanno saputo disvelare il mistero racchiuso in quelle parole. E comprendere che costituiscono in realtà degli enigmi, risolti i quali, si apre davanti un mondo nuovo.

In THE MAGIC, Rhonda Byrne disvela questo sapere al mondo intero. E ti guida per mano in un incredibile viaggio di 28 giorni, spiegandoti come trasformare la tua quotidianità grazie a queste conoscenze.

Chiunque tu sia, dovunque tua sia, in qualunque situazione tu ti trovi, sappi che THE MAGIC sta per cambiarti la vita!

1° NELLA CLASSIFICA DEL THE NEW YORK TIMES BESTSELLERS A UNA SETTIMANA DALL’USCITA.

CREDI NELLA MAGIA?

LA RIVELAZIONE DI UN GRANDE MISTERO PORTA LA MAGIA NELLA TUA VITA

UN LIBRO MAGICO

  • 1° Giorno L’ELENCO DELLE TUE FORTUNE
  • 2° Giorno LA PIETRA MAGICA
  • 3° Giorno LA MAGIA E LE RELAZIONI
  • 4° Giorno LA MAGIA E LA SALUTE
  • 5° Giorno LA MAGIA E IL DENARO
  • 6° Giorno LA MAGIA E IL LAVORO
  • 7° Giorno LA MAGICA VIA D’USCITA DALLA NEGATIVITÀ
  • 8° Giorno L’INGREDIENTE MAGICO
  • 9° Giorno LA CALAMITA DEL DENARO
  • 10° Giorno COSPARGI TUTTI DI POLVERE MAGICA
  • 11° Giorno IL MATTINO MAGICO
  • 12° Giorno PERSONE CHE HANNO FATTO LA DIFFERENZA
  • 13° Giorno AVVERA OGNI TUO DESIDERIO
  • 14° Giorno PASSA UNA GIORNATA MAGICA
  • 15° Giorno LA MAGIA CURA LE RELAZIONI
  • 16° Giorno MAGIA. MIRACOLI E SALUTE
  • 17° Giorno L’ASSEGNO MAGICO
  • 18° Giorno LA LISTA MAGICA DEGLI IMPEGNI
  • 19° Giorno I PASSI MAGICI
  • 20° Giorno LA MAGIA DEL CUORE
  • 21° Giorno COME OTTENERE RISULTATI MAGNIFICI
  • 22° Giorno PROPRIO DAVANTI AI TUOI OCCHI
  • 23° Giorno L’ARIA MAGICA CHE RESPIRI
  • 24° Giorno LA BACCHETTA MAGICA
  • 25° Giorno IL SUGGERIMENTO MAGICO
  • 26° Giorno TRASFORMA GLI ERRORI IN INCORAGGIAMENTI
  • 27° Giorno LO SPECCHIO MAGICO
  • 28° Giorno NON DIMENTICARE MAI LA MAGIA

Un libro The Magic – Libro che da uno stimolo a cercare la felicità provando la gratitudine come mezzo per riuscire ad esserlo sempre!

Puoi stare bene con te stesso!

Ci vuole consapevolezza per star bene con sé stessi. Infatti siamo noi che
creiamo i nostri pensieri e le nostre emozioni disturbate, di conseguenza siamo
noi ad avere il potere di controllarli e modificarli.
Per far ciò, è importante prima di tutto che accetti il fatto di poter avere
consapevolezza di questi tuoi pensieri ed emozioni. Poi è indispensabile che
cominci a credere che puoi superare la tua situazione di infelicità e per fare ciò
devi in primis cercare di scoprire e neutralizzare le tue convinzioni irrazionali.

Mi Vado Bene ?
Autostima e assertività

Per sentirci bene con noi stessi e con gli altri è importante saper coltivare la nostra autostima e reagire in modo assertivo a molte situazioni del quotidiano, lavorative e non.

Mi vado bene? è un manuale di auto aiuto che fornisce al lettore spunti di riflessione e suggerimenti per capire in profondità le proprie potenzialità e riconoscere i comportamenti più efficaci per ottenere il meglio dalle relazioni con gli altri.

Ricco di esempi e di attività pratiche che insegnano a riconoscere gli atteggiamenti sbagliati e i pensieri limitanti che possono disturbare le nostre relazioni sociali, è un libro che non va letto tutto d’un fiato, senza mai interrompersi, come un romanzo, ma va sfogliato in momenti diversi, a volte rapidamente, a volte lentamente, inserendo anche delle pause tra una lettura e l’altra per poter riflettere e assimilare quanto si legge e metterlo alla prova nella vita di tutti i giorni.

Conosci bene la tua autostima?

Per ritrovare la tua autostima e per alimentarla costantemente devi
conoscere bene quali sono i mattoni che la compongono.

Ogni mattone contribuisce alla sua formazione e stabilità.

Quaderno d'Esercizi per l'Autostima

Voto medio su 3 recensioni: Sufficiente

Un Quaderno di esercizi per avere stima di sé, portarsi rispetto in quanto persone, considerarsi unici, riconoscere il proprio valore e le proprie competenze come condizioni indispensabili per riuscire a vivere la propria vita in armonia.

La famiglia, l’educazione, la cultura, la società ci trasmettono spesso una visione di noi stessi che tende a colpevolizzazarci e a limitare le nostre potenzialità.

Avere stima di sè, portarsi rispetto in quanto persone, considerarci unici, riconoscere il proprio valore e le proprie competenze sono condizioni indispensabili per riuscire a viver la propria vita in armonia. Ecco in sintesi il prezioso messaggio.

Tirate fuori penne e matite colorate

e riempite di parole e colori la vostra vita quotidiana:

questo quaderno, pieno di facili esercizi e di note positive,

vi aiuterà, vi divertirà e vi rilasserà

Le 10 regole d’oro dell’autostima

1) Agisci come se fossi già confidente in te stesso

La mancanza di autostima blocca l’azione. Ma l’azione è la fonte del successo. Se non hai stima di te stesso non agisci e di conseguenza non hai successo, la mancanza di successo abbassa il tuo livello di confidenza che ti blocca e…..

E’ questo che vuoi? Certamente no. Tutto ciò che devi fare è rompere il circolo vizioso. Non hai autostima? Agisci come se fossi sicuro di non fallire. Ti assicuro che, qualsiasi sia il risultato, il solo fatto di aver agito, rafforzerà la tua confidenza e ti sentirai pronto ad agire di nuovo e fino a raggiungere il successo.

2) Se l’hai fatto almeno una volta puoi farlo di nuovo

Ti sei mai sentito invincibile? Sicuro del successo? Pronto a sfidare il modo. Scommetto che più di una volta nella tua vita hai provato questa sensazione? Bene, come è andata? Probabilmente le tue sensazioni, il tuo stato d’animo, le tue emozioni ti hanno dato la forza per raggiungere il risultato desiderato. Può essere stato in occasione di un grande progetto che hai completato, potrebbe essere stato in una occasione banale come una partita a calcetto o a carte. Non importa in che occasione è successo. Quello che importa è che è successo. Perché quando credi di potercela fare ce la fai e quando credi il contrario non arrivi al risultato. Perché? Il successo o l’insuccesso dipende da te, da quello che credi in un dato momento. Quando devi fare qualcosa e sei preso dallo sconforto, ripensa a quel momento in cui eri nel pieno delle tue potenzialità. Pensa ai tuoi successi e così caricato agirai nel migliore dei modi.

3) I tuoi standard di riferimento non sono gli altri, sei tu stesso quando sei al meglio

Se è vero che può essere utile ispirarsi a qualcuno che rappresenta il punto di arrivo e su cui “modellarti” ricordati che qualsiasi modello deve essere adattato a te stesso. Tu sei unico. Non devi “scimmiottare” ma ispirarti agli altri sfruttando le tue peculiarità. Tu riesci a percepire ciò che puoi diventare. Quello è il livello a cui puntare. Ogni volta che raggiungerai una tappa del tuo percorso sentirai di poter andare oltre. Allora potrai fissare ad un livello più alto il tuo standard. Il miglioramento personale è un processo graduale e continuo.

4) Tu sei l’unico giudice di te stesso

Se sei alla continua ricerca dell’approvazione degli altri allora il tuo comportamento sarà condizionato dalla paura di sbagliare. Liberandoti dell’ansia dall’essere perfetto e consentendo a te stesso di sbagliare, agendo liberamente e senza condizionamenti esterni, sprigionerai l’autostima e la sicurezza in te stesso. Se sei condizionato dall’approvazione degli altri ad ogni piccolo errore la tua autostima si abbassa così come la tua voglia di agire. Se tu detieni il controllo, anche se l’approvazione degli altri viene a mancare tu puoi far leva sulla tua soddisfazione per aver agito, per aver tentato, e indipendentemente dai primi risultati, conserverai la capacità di reagire e volgere l’azione verso i risultati voluti. L’errore comune è quello di far dipendere la propria autostima più da quello che tu pensi che gli altri pensano di te piuttosto che dal vero giudizio degli altri su di te.

5) Fai leva sui tuoi punti di forza e anche… sui tuoi punti deboli

Non hai bisogno di essere diverso da quello che sei. Se forzi te stesso fuori dalla tua persona non ti sentirai a tuo agio, non agirai al meglio delle tue possibilità. Gli altri si percepiranno una mancanza di naturalità. Sii te stesso. Anziché forzare te stesso ad essere diverso prova piuttosto ad essere ancora di più te stesso. Pensa in quale contesto quelli che oggi consideri i tuoi punti deboli possano risultare delle potenzialità e con questa consapevolezza agisci.

6) Per tendere alla perfezione devi saper convivere con i tuoi difetti

Se vuoi avere successo devi saper convivere con la possibilità di non avere successo. Vuoi sapere come si fa a non fallire? Aprendosi alla possibilità di fallire un certo numero di volte. Mettendoti nelle condizioni di poter sopportare e superare il fallimento. Per prima cosa metti Se metti in conto l’insuccesso, poi fai tutto il possibile per prevenirlo e superarlo. Qualsiasi cosa vale la pena fare, vale la pena farlo male all’inizio finché non si impara a farlo bene. Se vuoi imparare a parlare bene in pubblico, devi essere disposto a farlo in modo mediocre all’inizio, studiare, provare, verificare, migliorare, riprovare, verificare e migliorare….cerca la lezione positiva in ogni delusione, ne troverai sempre una. Chiediti sempre cosa hai fatto bene e cosa avresti potuto fare di diverso. Questa è l’unica via verso il miglioramento e il successo.

7) Invece di cercare di predire il futuro agisci per far sì che il futuro sia quello desiderato

Le persone con bassa autostima cercano di immaginarsi il futuro e quello che vedono (quello che cercano) è il peggior scenario possibile. Così trovano tutti i motivi per non agire (leggi “non migliorare, non cambiare, non raggiungere il successo”). Le persone che confidano in loro stesse sono determinate a far sì che il futuro sia come loro desiderano. Agiscono per rendere probabile il futuro desiderato. Puntano sul possibile contro il probabile e così facendo rendono probabile il possibile anziché rendere certo il probabile.

8) L’autostima s’impara

L’autostima, come tutte le cose, s’impara con la pratica. La sviluppi decidendo di agire come se già avessi tutta la confidenza che ti serve. Simulandola finché non la sviluppi realmente. L’insicurezza genera insicurezza, i dubbi che sollevi ostacolano il tuo potenziale più dei tuoi reali limiti. Se agisci ripetutamente con risolutezza svilupperai l’abitudine ad agire con confidenza e la mancanza di autostima diventerà un ricordo. Se ti allenerai a non ti preoccuparti di quello che la gente può pensare di te inizierai ad accorgerti che la gente non sta affatto pensando a te nei termini in cui credi, anzi, molto spesso non sta affatto pensando a te! Concentra l’attenzione su quello che vuoi piuttosto che su quello che possono pensare gli altri. Naturalmente questa non è una licenza a prevaricare gli altri, i risultati non si ottengono contro gli altri ma con gli altri! Ma il giudizio degli altri non deve essere né un ossessione né un alibi.

9) Vivi sempre coerentemente ai tuoi valori e sviluppando tuoi talenti naturali

Le cose veramente importanti per te sono quelle che devono guidare le tue decisioni. Se agisci in contrasto con i tuoi valori perderai la stima di te stesso e rimarrai prigioniero di uno strisciante senso di insoddisfazione. L’autostima arriva da sé quando sai di agire con coerenza a ciò che ritieni giusto, alle tue aspirazioni, al tuo schema di riferimento di base per le tue valutazioni. Seguire i tuoi valori alimenta l’amore per te stesso, l’apprezzamento, l’accettazione indipendentemente dai difetti e dalle prestazioni, alimenta un’autoimmagine positiva, ti fa sentire all’altezza delle tue capacità, e dà fiducia a te stesso, sapendo di aver risposto in maniera adeguata alle situazioni importanti. Lo stesso avviene quando sfrutti i tuoi talenti: quando lo fai riesci bene senza sforzo e il successo ti dà fiducia, genera una visione positiva di te stesso e ti fa amare te stesso ancora di più.

I0) Dai agli altri più di quello che loro si aspettano da te e sarai pienamente confidente in te stesso

Più dai agli altri e più riceverai indietro. Aiutare gli altri alimenta il rispetto di te stesso. Più rispetti te stesso, più ti sarà facile star bene con gli altri e rispettarli e più gli altri ti rispetteranno. Fai sentire importanti gli altri e ti sentirai importante. Alimenta l’autostima degli altri e alimenterai la tua. Fai tu per primo quello che vorresti gli altri facessero e gli altri ti seguiranno.

E adesso tocca a te! Lascia un commento, fammi sapere cosa ne pensi! Condividi con me e gli altri lettori le tue riflessioni. Ci conto!

Agisci subito!

Agisci come se fossi già confidente in te stesso
Se l’hai fatto almeno una volta puoi farlo di nuovo
I tuoi standard di riferimento non sono gli altri, sei tu stesso quando sei al meglio
Tu sei l’unico giudice di te stesso
Fai leva sui tuoi punti di forza e anche… sui tuoi punti deboli
Per tendere alla perfezione devi saper convivere con i tuoi difetti
Invece di cercare di predire il futuro agisci per far sì che il futuro sia quello desiderato
L’autostima s’impara
Vivi sempre coerentemente ai tuoi valori e sviluppando tuoi talenti naturali
Dai agli altri più di quello che loro si aspettano da te e sarai pienamente confidente in te stesso
“Vuoi avere successo più velocemente? Allora raddoppia il tua quota di insuccessi.”

Il Cuore dell'Autostima - Libro + DVD
Sviluppare la Leadership personale per stare meglio in ogni situazione

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

La più importante delle convinzioni è l’Autostima: perché è tanto importante?…
Videocorso - Autostima e Motivazione
Come abbattere l’Insicurezza come credere in te stesso e comunicare carisma, forza e personalità

Vuoi avere PIÙ FIDUCIA in TE stesso e rafforzare cosi’ la tua poca autostima?

“AUTOSTIMA & MOTIVAZIONE – Energia Mentale per ritrovare la Carica” e’ il nuovo video-corso che ti darà le “chiavi motivazionali” per iniziare a cambiare in meglio la tua vita.

Apprenderai come sconfiggere le tue convinzioni irrazionali e i pregiudizi delle altre persone, come trasformare le tue paure in punti di forza e molto altro ancora in un percorso di crescita personale guidato. In più riceverai l’inedito E-book “Le CHIAVI dell’Autostima”, un manuale pratico con molti consigli utili.

Scatena l'Autostima
Come liberare il potere che c’è in te…e conquistare l’indipendenza emotiva, economica e mentale

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere

Uno dei libri più letti e consigliati dagli psicologi che si occupano di autostima e automiglioramento.

Bestseller di pubblico e di critica negli Stati Uniti

Attraverso un percorso costruito su esempi e spiegazioni, l’autrice permette la facile comprensione di un argomento complesso; e mediante l’uso di strumenti e strategie consolidati nel tempo, Scatena L’autostima offre un metodo di comprovata efficacia per spezzare le catene che ci ancorano al passato e riprogrammare il nostro futuro con una nuova “potente” visione di noi stessi…

Uno dei libri più letti e consigliati dagli psicologi che si occupano di autostima e automiglioramento.

Partecipa alla Raccolta Punti

Due atteggiamenti di vita

Ogni essere umano, nel corso della propria esistenza, può adottare due atteggiamenti: costruire o piantare. I costruttori possono passare anni impegnati nel loro compito, ma presto o tardi concludono quello che stavano facendo. Allora si fermano, e restano lì, limitati dalle loro stesse pareti. Quando la costruzione è finita, la vita perde di significato. Quelli che piantano soffrono con le tempeste e le stagioni, raramente riposano. Ma, al contrario di un edificio, il giardino non cessa mai di crescere. Esso richiede l’attenzione del giardiniere, ma, nello stesso tempo, gli permette di vivere come in una grande avventura.

Tratto da: Brida

Brida

Voto medio su 5 recensioni: Buono

Ho la sensazione che il mondo stia sempre più prendendo coscienza del mistero, così, cari lettori, vi faccio oggi dono della storia di questa giovane donna.

Paulo Coelho

I 18 punti da ricordare

1 Tieni sempre conto del fatto che un grande amore e dei grandi risultati comportano un grande rischio.
2 Quando perdi, non perdere la lezione.
3 Segui sempre le 3 “R”: Rispetto per te stesso, Rispetto per gli altri, Responsabilità per le tue azioni.
4 Ricorda che non ottenere quel che si vuole può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna.
5 Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato.
6 Non permettere che una piccola disputa danneggi una grande amicizia.
7 Quando ti accorgi di aver commesso un errore, fai immediatamente qualcosa per correggerlo.
8 Trascorri un po’ di tempo da solo ogni giorno.
9 Apri le braccia al cambiamento, ma non lasciar andare i tuoi valori.
10 Ricorda che talvolta il silenzio è la migliore risposta.
11 Vivi una buona, onorevole vita, di modo che, quando ci ripenserai da vecchio, potrai godertela una seconda volta.
12 Un’atmosfera amorevole nella tua casa dev’essere il fondamento della tua vita.
13 Quando ti trovi in disaccordo con le persone a te care, affronta soltanto il problema attuale, senza tirare in ballo il passato.
14 Condividi la tua conoscenza. E’ un modo di raggiungere l’immortalità.
15 Sii gentile con la Terra.
16 Almeno una volta l’anno, vai in un posto dove non sei mai stato prima.
17 Ricorda che il miglior rapporto è quello in cui ci si ama di più di quanto si abbia bisogno l’uno dell’altro.
18 Giudica il tuo successo in relazione a ciò a cui hai dovuto rinunciare per ottenerlo.
(Dalai Lama)

Dalai Lama - Come Vivere Felici in un Mondo Imperfetto
In tempi difficili come quelli attuali, le parole del Dalai Lama rappresentano un potente stimolo per affrontare la nostra esistenza con consapevolezza e profondità, e allo stesso tempo imparare ad apprezzare la bellezza della nostra vita.

Mentre cercavo il mio tesoro

“Ogni tanto mi lamento diceva il suo cuore, “lo faccio perché sono il cuore di un uomo e i cuori degli uomini sono così: hanno paura di realizzare i sogni più grandi, perché pensano di non meritarlo, o di non riuscire a raggiungerli. Noi, i cuori siamo terrorizzati al solo pensiero di amori che sono finiti per sempre, di momenti che avrebbero potuto essere belli e non lo sono stati, di tesori che avrebbero potuto essere scoperti e sono rimasti per sempre nascosti nella sabbia. Perché quando ciò accade, noi ne soffriamo intensamente “il mio cuore ha paura di soffrire”, disse il ragazzo all’alchimista, una sera in cui guardavano il cielo senza luna. “Digli che la paura di soffrire è assai peggiore della stessa sofferenza, e che nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha inseguito i propri sogni, perché ogni momento di ricerca è un momento di incontro con Dio e con l’eternità “ogni momento di ricerca è un momento di incontro” ripeté il ragazzo al proprio cuore. “Mentre cercavo il mio tesoro, tutti i giorni erano giorni luminosi, perché sapevo che ogni ora faceva parte del sogno da ritrovare. Mentre cercavo questo mio tesoro, lungo il cammino ho scoperto cose che non avrei mai sognato di trovare se non avessi avuto il coraggio di tentare ciò che era impossibile per un pastore” “per ogni uomo sulla faccia della terra c’è un tesoro che lo aspetta”, disse il cuore. Noi, i cuori solitamente parliamo poco di questi tesori, perché gli uomini ormai non vogliono più trovarli. Ne parliamo soltanto ai bambini. Poi lasciamo che la vita indirizzi ciascuno verso il proprio destino. Ma purtroppo soltanto pochi seguono il cammino tracciato per loro, il cammino della loro leggenda personale e della felicità“.

Tratto da L’alchimista di Paulo Coelho

Come il Fiume che Scorre - Libro
Sette anni di riflessioni, viaggi e incontri: il segreto svelato di un’affascinante filosofia di vita.

Voto medio su 1 recensioni: Scarso